Pari Opportunità

La locuzione "Pari Opportunità" ha riguardato da sempre il problema della parità politica e sociale tra uomo e donna: le politiche di parità di genere nascono nel tentativo di difendere la donna rispetto alla diffusa discriminazione maschile in ambito professionale, sociale e politico-culturale. Il fondamento delle politiche di pari opportunità è riscontrabile nella Cosrituzione Italiana agli art. 3, 37 e 51. Art. 3 Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese. ART. 37. La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire l’adempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e al bambino una speciale adeguata protezione. [...] ART. 51. Tutti i cittadini dell’uno o dell’altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge. A tale fine la Repubblica promuove con appositi provvedimenti le pari opportunità tra donne e uomini. Il testo costituzionale è stato anche modificato, proprio al fine di dare la possibilità di mettere in atto quelle politiche e quelle azioni positive rivolte specificamente a promuoverne l'attuazione delle Pari Opportunità o rimuovere gli ostacoli che si frappongono ad esse. A tal fine sono state varate le c.d. "Politiche di genere" riferendosi a tutti quegli strumenti di legge e a quelle azioni positive atte a evitare o rimuovere qualsiasi forma di discriminazione formale o sostanziale, diretta o indiretta nei confronti delle donne. Sulla normativa nazionale e comunitaria si consiglia di consultare il sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Pari Opportunità http://www.pariopportunita.gov.it/index.php/normativa-nazionale http://www.pariopportunita.gov.it/index.php/normativa-comunitaria

Immagine non trovata
Rinnovato l'accordo tra il Comune di Ronciglione e la Cooperativa Sociale Onlus “Synergasia”

Rinnovato il protocollo d’intesa tra il Comune di Ronciglione e la Cooperativa Sociale Onlus “Synergasia”, mirato a promuovere l’integrazione dei migranti presso il territorio comunale mediante at (...)

Leggi di più
Immagine non trovata
Campagna di sensibilizzazione "Non Aver Paura" - Una mano per la donna che subisce violenza

La Asl, la Prefettura di Viterbo e 29 amministrazioni comunali della Tuscia (Ronciglione, Barbarano Romano, Blera, Bagnoregio, Canepina, Capranica, Carbognano, Civita Castellana, Gradoli, Monte Ro (...)

Leggi di più